protesi

Applicazione per la medicina estetica: protesi in poliuretano

Il poliuretano viene efficacemente sfruttato in ambito medico, e, da qualche tempo, soprattutto nel campo della medicina estetica.
Le donne che infatti hanno espresso il desiderio di rifare il seno, negli ultimi anni hanno avuto modo di scegliere tra silicone e poliuretano.

Le protesi in poliuretano stanno velocemente scalciando quelle più famose in silicone.

Perchè?

  1. Il poliuretano fa presa sui tessuti, di più e meglio, quindi si adatta a tutte le donne e da vita a prodotti più sicuri. Non c’è il rischio che si spostino.
  2. Sono più complesse da inserire, ma allo stesso tempo aderiscono meglio e risultano molto più confortevoli.
  3. Poiché si adattano immediatamente alla forma del corpo e hanno una capacità di aderenza superiore, non c’è pericolo che si spostino durante i più svariati movimenti. Quindi, subito dopo l’impianto, si può tornare a fare sport, a sollevare pesi, guidare e svolgere le normali attività quotidiane.
  4. Non è necessario portare la fascia contenitiva dopo l’intervento.
  5. Garantiscono un recupero davvero rapidissimo.
  6. Non c’è bisogno di stare a riposo per più di un mese come invece accade per le protesi in silicone.
  7. I chirurghi confermano che da quando utilizzano le protesi in poliuretano, non si è più resa necessaria una seconda operazione per la risoluzione di eventuali rotazioni, spostamenti o capsuliti.
  8. Durano di più, sono più resistenti, incontrano molte meno rogne e problemi.